5 benefici del coinvolgimento dei bambini nelle faccende domestiche

di

5 benefici del coinvolgimento dei bambini nelle faccende domestiche

Un aspetto molto importante dell’educazione dei bambini è insegnare loro ad assumersi la responsabilità quando crescono. Ciò non solo li aiuterà a essere più disciplinati e insegnerà loro a seguire le regole, ma li aiuterà anche ad ottenere autonomia e indipendenza. Un modo molto semplice e pratico per infondere in loro un senso di responsabilità è coinvolgerli nelle faccende domestiche.

5 benefici del coinvolgimento dei bambini nelle faccende domestiche

  1. Sviluppa abilità motorie. Sistemare il letto, mettere in ordine i giocattoli, vestirsi o apparecchiare la tavola sono esercizi eccellenti per stimolare l’equilibrio e la coordinazione motoria dei bambini. Sono anche un buon allenamento per incoraggiare la coordinazione occhio-mano e la presa dell’oggetto e il movimento della presa.
  2. Stimola la capacità di collaborazione. Quando i bambini sanno di essere coinvolti nelle faccende domestiche, si sentono parte di una squadra. Questo sentimento di appartenenza a un gruppo e la capacità di collaborare con il resto dei membri della famiglia svilupperanno la loro capacità di seguire le istruzioni e la loro capacità di lavorare in un gruppo.
  3. Favorisce la fiducia in se stessi. Il fatto che i genitori chiedano ai propri figli di aiutarli nelle faccende domestiche rappresenta molto per i bambini. I piccoli lo percepiranno come un grande gesto di fiducia e si sentiranno apprezzati dai loro genitori, il che stimolerà la fiducia in se stessi e l’autostima.
  4. Migliora il senso dell’organizzazione. È stato dimostrato che i bambini che partecipano alle faccende domestiche fin dalla tenera età tendono ad essere più organizzati rispetto a quelli che non lo fanno fino a un’età avanzata. Un vantaggio che non si esprime solo nell’ambiente familiare, ma ha anche un impatto positivo sul rendimento scolastico e professionale.
  5. Facilita l’instaurarsi di abitudini. Le abitudini sono molto importanti nella vita dei bambini in quanto non solo consentono loro di organizzarsi meglio, ma anche di renderli più sicuri. Inoltre, è stato scoperto che i bambini che seguono le abitudini a casa tendono ad avere prestazioni accademiche migliori poiché tendono ad avere un maggiore sviluppo del loro pensiero logico. Pertanto, collaborare a casa è un modo per insegnare loro a creare abitudini sane.

Tre chiavi per coinvolgere i bambini nelle faccende domestiche

1. Mostra loro come è fatto

Prima di chiedere a tuo figlio di aiutarti con un compito a casa, è importante che tu spieghi come è fatto. In questo modo eviterai che il piccolo sia frustrato dal non sapere come fare ciò che chiedi.

2. Armati di pazienza

Non importa quanto bravo sia tuo figlio, è probabile che non lo farà bene come te, perché non presta la dovuta attenzione o perché non ha ancora sviluppato le abilità richieste da quel compito. In ogni caso, è importante non rimproverarlo perché non ha svolto bene il compito, invece, puoi insegnargli a perfezionarlo dopo aver riconosciuto il suo sforzo. Tieni presente che anche se non è andato come previsto, il piccolo ha dato il meglio e se lo critichi, lo farai solo sentire male e danneggerà la sua stessa sicurezza.

3. Adatta le responsabilità alla tua età

Ogni lavoro domestico richiede un insieme di abilità che i bambini svilupperanno solo man mano che crescono. Quando sono molto piccoli, è probabile che siano pronti a ritirare i loro giocattoli ma non riescono a vestirsi perché non hanno ancora sviluppato un coordinamento completo. Pertanto, se gli chiedi di aiutarti in un compito per il quale non è ancora preparato, è probabile che finirà frustrato e perda fiducia in se stesso. Per evitare che ciò accada, è importante che i compiti siano adeguati alla tua età.

 

 

Di