Le fanciulle, l’arcobaleno e covid19, una favola da leggere ai nostri figli.

di

Le fanciulle, l’arcobaleno e covid19, una favola da leggere ai nostri figli.

Quante volte ci siamo chieste quale fosse il modo migliore per raccontare ai nostri figli quello che sta succedendo nel mondo? Io personalmente tante volte, e tante sono le volte in cui ho avuto difficoltà a trovare le parole giuste.

Mamma Consuela invece, ha avuto una bellissima idea: ha scritto una favola per le sue bimbe.

Le fanciulle, l’arcobaleno e covid19

C’erano una volta due fanciulle , Gioia e Laura che amavano esplorare il mondo. Un bel giorno decisero di uscire per fare una passeggiata nel prato verde com’erano solite fare, c’era un sole splendente e finalmente era arrivata la primavera e volavano raccogliere i primi fiorellini per portarli alla loro mamma.

Mentre passeggiavano beate, tra un balzo e l’altro li raggiunse un mostriciattolo di nome covid19.

Ciao: dissero le fanciulle, chi sei? Il mostriciattolo rispose: Sono covid19 e da oggi comanderò io su tutto il pianeta, vi detterò delle leggi che dovrete rispettare altrimenti vi farò venire una brutta influenza.

Gioia rispose : come possiamo fare per diventare amici? Laura intervenne e disse : ti possiamo regalare questi fiorellini? La mamma capirà e non si arrabbierà con noi, ma covid19 arrabbiato e con un tono forte rispose :

NO! Non li voglio quei stupidi fiori non mi piacciono e poi profumano, io odio il profumo a me piacciono le cose che puzzano e che sono sporche. Gioia stranita disse: ma sei sicuro? Vuoi vedere come è bello sentire profumo della primavera? e poi guarda come sei sporco vieni che ci laviamo le mani. Covid19 non voleva sentire ragione e allora decise di iniziare a creare fastidi e a minacciare duramente le fanciulle.

Gioia e Laura stanche della prepotenza del mostriciattolo decisero a malincuore di stare in casa come richiesto da covid19. Volevano proteggere i loro genitori, i nonni e i loro amici dal terribile mostriciattolo.

Una mattina però a Gioia venne in mente una brillante idea, disse alla sorellina più piccola e indifesa: Laura, dobbiamo sconfiggere covid19, in che modo? : ribadì Laura, Gioia disse: visto che covid19 odia l’igiene noi lo faremo sapere a tutto il mondo. Va bene rispose Laura.
Le fanciulle si impegnarono molto per diffondere al più presto la notizia e chiesero aiuto all’arcobaleno.

Ciao arcobaleno! disse Laura, ho urgente bisogno del tuo aiuto, la mia sorellina Gioia ha in mente un piano per sconfiggere covid19 ci aiuterai? L’arcobaleno comparve improvvisamente nel cielo, e sorridendo disse alle fanciulle : certo mie care vi aiuterò con molto piacere,cosa posso fare ? Gioia felice rispose : potresti gentilmente scrivere sui tuoi meravigliosi colori “ce la faremo “? Sai arcobaleno credo che dall’alto potranno leggere tutti il tuo messaggio e se ci impegniamo a collaborare tutti assieme sconfiggeremo presto il terribile covid19 altrimenti vincerà lui, noi lo permetteremo :Dissero le fanciulle con tono deciso. Lotteremo e riavremo presto la nostra libertà. L’arcobaleno non ci pensò un secondo e in poco tempo illuminò il cielo con i suoi splendidi colori scrivendo la frase richiesta dalle fanciulle.

L’intero pianeta fu felice nel veder comparire l’arcobaleno e si impegnò a collaborare com’era stato richiesto. Iniziarono tutti a lavarsi spesso le mani, a restare in casa, ed a uscire solo se stretto necessario per motivi di sola urgenza e prima necessità.

Covid19 si infuriò talmente tanto che fu costretto ad andarsene via, il potere delle persone fu più potente di lui e prevalse tanto da riuscire a sconfiggere i suoi piani.

Gioia e Laura contente della loro vittoria decisero di fare una gran festa per riabbracciare i loro cari nonni e i loro amici che non vedevano da un pó di tempo, invitarono anche l’arcobaleno e lo ringraziarono di cuore, fu così che vissero tutti felici e contenti.

Ringrazio Mamma Consuela Curcio per  averci fatto conoscere questa fantastica favola.

Condividi se ti è piaciuto.

Di